Sentenza esemplare per due giovani insegnanti di un nido milanese accusate di aver trasformato il nido in un lager.
Hanno preso due anni e 6 mesi per i maltrattamenti aggravati subiti da 9 piccoli, insultati, chiusi al buio in uno sgabuzzino, costretti ad ingoiare cibo sputato e finito a terra.
L’indagine è partita grazie ad una inserviente che ha deciso di fare denuncia, filmando col videofonino l’accaduto.
Le insegnanti facevano parte di una cooperativa che gestiva il nido per conto del Comune di Milano; le due donne dovranno risarcire la cooperativa, il comune e ciascuno dei bambini.

Annunci