Internet, videogiochi, cellulare, sesso, shopping, gioco d’azzardo rappresentano le nuove dipendenze dei giovani, secondo gli esponenti della comunità scientifica psicoterapeutica, riuniti a Firenze per il 26/mo congresso internazionale organizzato da Sepi (Society for the Exploration of Psychotherapy Integration) e Scuola di Psicoterapia Comparata.

Le nuove dipendenze possono portare a comportamenti e relazioni disfunzionali e problematici riferiti a oggetti, attività, stili di vita, gestione del tempo, difficoltà relazionali ed un distorto rapporto con la realtà ed il mondo esterno.

Per gli esperti, "la trasversalità sociale, culturale, generazionale delle nuove dipendenze e la loro pervasività nella vita di uomini e donne, anche di diversa estrazione sociale, testimoniano non solo la loro veloce diffusione nell’ultimo decennio, ma anche e soprattutto la loro potenza e pericolosità".

Un rischio più elevato per bambini e giovani, dicono gli esperti, dato che  èsoprattutto fra di loro che si diffondono le nuove tecnologie.

Secondo l’Istat, l’uso del PC è deleterio …

Annunci