SEMINARI GRATUITI  – sede di Roma

 

I seminari si terranno presso la sede dell’Istituto Beck, in via Gioberti 54 a Roma.
E’ possibile partecipare solo su prenotazione e fino ad esaurimento posti.
Per iscriversi scaricare, compilare e rinviare via fax al numero 06/49382241 il modulo qui allegato.

 

Modernità in crisi
Venerdì 18 novembre 2011 (17,00 – 20,00) – Roma

Il paradigma socio-psicologico connesso all’era moderna entra in crisi tra gli anni ’70 e ’80 ad opera di cinque sistemi di fattori.

 

Seguendo la pista di un filmato, nel seminario verranno discussi i cambiamenti delle mappe cognitive degli individui nella drastica transizione tra il moderno e il post-moderno. 
 

Il seminario sarà tenuto dal dott. Paolo Cianconi, Medico   Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta, Antropologo; ha
effettuato numerose ricerche in Italia e all’estero per studiare lo   psichismo dei guaritori, le tecniche terapeutiche, la mitologia e i riti
delle popolazioni tradizionali in via di modernizzazione.

 

 

Psicologia dei riti di passaggio 
Venerdì 2 dicembre 2011 (17,00 – 20,00) – Roma

La specie umana corre su un doppio binario: quello biologico e quello psicologico-socio-culturale. Le fasi di cambiamento biologico (binario bio-genetico), spinte da un processo unidirezionale programmato, sono ben istruite. L’uomo deve, tuttavia, render conto anche al secondo livello di appartenenza, dove il discorso è diverso: nella progressione culturale (binario psico-socio-culturale) non esiste una partitura che funziona come quella genetica. Cioè, la nostra essenza psico-socio-culturale, nel processo maturativo e di sviluppo, incontra anche grandi dislivelli.
In questi cambiamenti di fase l’anima, la psiche o come la si voglia intendere, stenta. La mente umana funziona meglio e con fluidità in condizioni stabili dell’esistenza, mentre fatica nei “nodi” e nei momenti di trasformazione, siano essi imposti dal territorio o dalla società. E, tuttavia, la vita umana è in progressione: se tra il prima e il dopo c’è un abisso e nessuno sa come fare per passare, bisogna comunque transitare. Qui troviamo il rito di passaggio: un dispositivo di trasporto e trasformazione per transitare oltre questi spazi vertiginosi posti nel percorso di vita.

Il seminario analizzerà i riti di passaggio classici e quelli della fragilità postmoderna, nei loro aspetti fisiologici e psicosociopatologici.  .  
 

Il seminario sarà tenuto dal dott. Paolo Cianconi, Medico   Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta, Antropologo; ha
effettuato numerose ricerche in Italia e all’estero per studiare lo   psichismo dei guaritori, le tecniche terapeutiche, la mitologia e i riti
delle popolazioni tradizionali in via di modernizzazione.

 

Sindromi culturalmente caratterizzate 
Venerdì 13 gennaio 2012 (17,00 – 20,00) – Roma

Le sindromi culturalmente caratterizzate nascono dall’incontro della psichiatria e della psicologia con le così dette “follie degli altri”. Alle spalle di questi costrutti ampiamente discussi e criticati, emergono sagome delle nuove forme psicopatologiche.

Nel seminario saranno affrontate le principali sindromi culturalmente caratterizzate e le loro mutazioni in ambito occidentale.   
 

Il seminario sarà tenuto dal dott. Paolo Cianconi, Medico   Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta, Antropologo; ha
effettuato numerose ricerche in Italia e all’estero per studiare lo   psichismo dei guaritori, le tecniche terapeutiche, la mitologia e i riti
delle popolazioni tradizionali in via di modernizzazione.

 

 

Il delirio nella riflessione psicopatologica: il tortuoso sentiero tra i dubbi e le certezze

Venerdì 10 febbraio 2012  (17,00 – 20,00) – Roma

 

La trasversalità diagnostica del delirio veste questo sintomo psicopatologico di numerosi e spesso confusi significati. L’annosa controversia sulla sua “incomprensibilità” sembra non avere ancora trovato, nella cultura psichiatrica occidentale, risposte univoche. Eppure, soprattutto negli ultimi anni, alcuni filoni di studio propongono nuove chiavi di lettura per le sue diverse forme d’espressione, restituendogli quella dimensione “comunicativa” e relazionale che per molto tempo gli era stata negata ed ipotizzando, in tal modo, nuove possibilità terapeutiche per il paziente.

Sarebbe possibile intendere alcune espressioni deliranti come uno strumento di accesso all’interiorità della persona piuttosto che, semplicemente, come un sintomo da eliminare al più presto?

Esiste una continuità tra tali espressioni ed altre comuni ed accettate forme di distorsione del pensiero?

 

Il corso sarà tenuto dalla Dott.ssa Alessia Zangrilli, Psicologa, Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, specialista in Psicodiagnostica.  CTU del Tribunale Ordinario di Roma. Docente interno Istituto A. T. Beck

 

Meditazione e psicoterapia.

Verso una teoria unificata del cambiamento mentale 

Giovedì 23 febbraio 2012 (15.00-19.00) – Roma

    Cos’è la meditazione?
    Quante tipologie ne sono state codificate dalle tradizioni mistico-spirituali nel corso dei secoli? 
    Cosa le unisce e cosa le differenzia? 
     In quale maniera incidono sul cambiamento mentale secondo la psicologia scientifica e le neuroscienze?

Il seminario affronta queste domande e individua le tracce di queste antiche “tecnologie del Sé” nelle moderne pratiche psicoterapeutiche.
Tra queste ultime, la psicoterapia Cognitivo-Comportamentale ha il merito non solo di utilizzare da sempre tecniche terapeutiche che trovano le loro radici profonde in antichissime pratiche meditative diffuse in maniera trasversale nelle varie tradizioni spirituali (ad es. lo “stop del pensiero” o la consapevolezza non giudicante dei propri stati mentali) e di avere con esse diverse basi epistemologiche comuni (ad es. l’attenzione per lo “Stream of Consciousness”), ma anche di aver recentemente inglobato in maniera organica alcune pratiche meditative (ad es. la “Mindfulness”) all’interno del setting psicoterapeutico.

 

Il seminario sarà tenuto dal Dott. Paolo Ottavi:  Psicologo e psicoterapeuta. Docente dell’Istituto A.T. Beck. Si occupa da anni della formazione del personale nelle strutture dipartimentali di salute mentale e della promozione delle pratiche psicoterapeutiche e riabilitative evidence based per i pazienti gravi.

 

 
La Resilienza: un approccio cognitivo-comportamentale.
Mercoledì 7 marzo 2012 (17,00 – 20,00)  – Roma

In ingegneria, la resilienza è la capacità di un materiale di resistere a un urto improvviso senza spezzarsi. Negli esseri umani la resilienza è una capacità straordinaria, una qualità che raramente si sviluppa da sola. Quando presente, ci aiuta ad affrontare i problemi, le avversità, le difficoltà… gli “urti” che la vita normalmente porta con sè. Tutti gli ind
ividui hanno le potenzialità per diventare resilienti. Vediamo come. 

 

Il corso sarà tenuto dalla dott.ssa Roberta Borzì , Psicoterapeuta, specializzata in psicoterapia cognitivo-comportamentale. Docente interno Istituto Beck

 

 

Contatti
Per informazioni e domande di ammissione ai seminari di Roma, contattate la Segreteria ai seguenti recapiti:
Sede: via Gioberti 54 – 00185 Roma 
Telefono: 06.44703820 – Fax 06.49382241
E-mail: info@istitutobeck.ithttp://www.istitutobeck.it 

 

 

 

 

 

 

 

 

 SEMINARI GRATUITI  – sede di Caserta

 ___________________________________

 

I seminari si terranno presso la sede dell’Istituto Beck di Caserta, in Corso Trieste, 33 .
E’ possibile partecipare solo su prenotazione e fino ad esaurimento posti.

Per iscriversi inviare una mail con il proprio nome, indirizzo mail e numero di telefono a : laura.vitagliano@istitutobeck.it

Un assaggio di Mindfulness
La “terza onda” della psicoterapia cognitiva
Venerdì 18 novembre 2011 (16,00 – 19,00) – Caserta
La psicoterapia cognitivo-comportamentale è di grande aiuto per la risoluzione dei problemi risolvibili. Ma che fare in tutte le altre situazioni in cui non è possibile produrre un cambiamento profondo?

Mindfulness  – la pratica della consapevolezza – può essere la risposta. Il suo scopo è la trasformazione personale.

Il seminario sarà tenuto dalla dott.ssa Antonella Montano, psicoterapeuta, direttrice Istituto A.T. Beck, docente e supervisore AIAMC (Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento), membro dell’Academy of Cognitive Therapy americana, membro dell’ International Association for Cognitive Psychotherapy (IACP).

 

Fondamenti di Terapia Cognitivo-Comportamentale
Mercoledì 25 gennaio 2012 (15.00-19.00) – Caserta
I pilastri della terapia cognitiva, sorretti da un rigoroso approccio evidence-based per i principali disturbi, quali la depressione, l’ansia, il disturbo ossessivo-compulsivo, i disturbi alimentari, ecc, si fondano sull’idea che, sebbene la mente umana riceva influenze biologiche e condizionamenti ambientali, gli individui possono essere attivamente coinvolti, attraverso tecniche cognitive e comportamentali, nella costruzione di una realtà funzionale al loro benessere.

Quali sono le caratteristiche della terapia cognitiva?
In che cosa consiste l’assessment per arrivare alla diagnosi?
Com’è strutturata?
Come si raggiungono gli obiettivi?
Quali sono le tecniche?
Quanto dura?

Il seminario sarà tenuto dalla dott.ssa Antonella Montano ,  psicoterapeuta, direttrice Istituto A.T. Beck, docente e supervisore AIAMC (Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento), membro dell’Academy of Cognitive Therapy americana, membro dell’ International Association for Cognitive Psychother apy (IACP).

 
Meditazione e psicoterapia. Verso una teoria unificata del cambiamento mentale 
Giovedì 16 febbraio 2012 (15.00-19.00) – Caserta

    Cos’è la meditazione?

    Quante tipologie ne sono state codificate dalle tradizioni mistico-spirituali nel corso dei secoli? 

    Cosa le unisce e cosa le differenzia? 

     In quale maniera incidono sul cambiamento mentale secondo la psicologia scientifica e le neuroscienze?

Il seminario affronta queste domande e individua le tracce di queste antiche “tecnologie del Sé” nelle moderne pratiche psicoterapeutiche.
Tra queste ultime, la psicoterapia Cognitivo-Comportamentale ha il merito non solo di utilizzare da sempre tecniche terapeutiche che trovano le loro radici profonde in antichissime pratiche meditative diffuse in maniera trasversale nelle varie tradizioni spirituali (ad es. lo “stop del pensiero” o la consapevolezza non giudicante dei propri stati mentali) e di avere con esse diverse basi epistemologiche comuni (ad es. l’attenzione per lo “Stream of Consciousness”), ma anche di aver recentemente inglobato in maniera organica alcune pratiche meditative (ad es. la “Mindfulness”) all’interno del setting psicoterapeutico.

Il seminario sarà tenuto dal Dott. Paolo Ottavi:  Psicologo e psicoterapeuta. Docente dell’Istituto A.T. Beck. Si occupa da anni della formazione del personale nelle strutture dipartimentali di salute mentale e della promozione delle pratiche psicoterapeutiche e riabilitative evidence based per i pazienti gravi.

 

  

 
   

Istituto A.T. Beck
Terapia Cognitivo – Comportamentale
Diagnosi, clinica, ricerca, formazione
   

via Gioberti 54 – 00185 Roma
telefono 06. 44703820 – fax 06.49382241
http://www.istitutobeck.it

Annunci