La sindrome da alienazione genitoriale ( PAS)
 
La storia del bambino conteso dai due genitori porta alla luce un problema frequente: i figli che diventano un “mezzo” per rivendicare i propri diritti in tema di educazione del minore.

La PAS (“ Parental Alienation Syndrome) descritta dallo psichiatra statunitense R. Gardner nel 1985 e non ancora riconosciuta come malattia nel DSM ( manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) mette in evidenza i disturbi disfunzionali che si generano quando, in seguito a separazione dei coniugi, il bambino subisce dal genitore affidatario una sorta di delegittimazione verso l’altro.

In pratica il bambino viene sottoposto a pressioni psicologiche tese a rendere negativa la figura genitoriale assente ( genitore alienato).

Nel corso del tempo queste azioni si rivelano estremamente dannose per l’equilibrio psico-fisico del minore il quale manifesta una vasta serie di disturbi emotivi e comportamentali ( ansia, aggressività, problemi del sonno).

I bambini, purtroppo, sono spesso oggetto di violenze fisiche( riscontrate soprattutto nell’ambito familiare come gli  abusi sessuali) ma anche psicologiche da parte degli adulti.

In un periodo di crescita evolutiva importante come l’infanzia e la preadolescenza i fattori ambientali e le relazioni familiari creano il tessuto personale e sociale sul quale si sviluppa e si struttura la persona adulta.

Molti bambini che hanno subito violenze si dimostrano da grandi caratterialmente instabili e aggressivi e spesso tendono a ripetere verso gli altri le violenze che da piccoli hanno subito.

La famiglia da sempre rappresenta il nucleo collettivo primario, quello in cui gli esempi e gli insegnamenti diventano modelli comportamentali di riferimento per la vita futura.

Lo scalpore mediatico sollevato dagli ultimi avvenimenti è diventato un argomento da talk-show; come sempre accade la televisione e i mass-media si accaniscono sugli eventi per fare audience e distribuire sentenze opinabili in nome di una giustizia gratuita e non sempre fondata su basi veritiere.

Importante in questa occasione ribadire il concetto della salvaguardia dei minori che devono essere protetti in ogni caso da genitori inadeguati e violenti ma anche da una società che non li tutela sufficientemente, società   nella quale dovrebbero acquisire autonomia ed equilibrio ed anche un sereno e costruttivo ottimismo in difesa della  qualità della vita e dei propri diritti.

Annunci