“RED BULLO”

Teatro Olimpico

Piazza Gentile da Fabriano 17 Roma

Martedì 30 Aprile 2013 ore 20.00

Spettacolo solo su inviti

LA VIOLENZA DELLA CONFUSIONE TRA I GIOVANI, LA SCUOLA ED I GENITORI SUPERATA CON IL TEATRO.

I disagi e gli entusiasmi degli studenti raccontati e messi in scena dagli allievi dell’Istituto G.G. Visconti in una rappresentazione teatrale dedicata alle vittime del bullismo.

Il bullismo, una piaga sociale di cui si parla troppo poco, frutto di ignoranza e di pregiudizio che si nutre dell’incapacità di comunicare. Un triangolo difficile tra ragazzi, scuola e genitori: la violenza della confusione giovanile è superata con il Teatro d’AnimAzione Pedagogico®. L’intera produzione, dalla stesura del testo alla regia, dall’organizzazione teatrale all’ufficio stampa è stata realizzata dagli studenti coordinati dalla docente Universitaria di Roma Tre Prof.ssa Giovanna Pini. Più di duecento ragazzi che secondo le proprie capacità partecipano divisi in laboratori di: Regia e Drammaturgia (9), Recitazione (34), Danza (40), Coro (38), Creazione Musiche (2), Strumentisti (6), Solisti (12), Organizzazione Spettacolo (38), Costumisti (25), Scenografi (20), Ufficio Stampa (8), Fotografi (6), Video Maker (5), Pubbliche Relazioni (5), Grafica locandine e programmi di sala (12), Truccatori (4).

Il testo si arricchisce di alcune citazioni note: il film il Signore delle mosche Regia di P. Brook come esempio di aggregazione giovanile, l’opera Re Lear di W. Shakespeare esempio di incomunicabilità tra padre e figli, i film Mine Vaganti e Saturno Contro Regia di F. Ozpetek esempi di come la società giovanile si rapporta alla sessualità e all’omosessualità, l’opera I sei personaggi in cerca d’autore di L. Pirandello spunto ed esempio della violenza domestica, i film American History X di T. Kaye spunto per il tema del razzismo giovanile, il film Parenti Serpenti Regia di M. Monicelli come esempio dei problemi familiari ed infine il film Shinder’s List regia di S. Spielberg come esempio di sensibilizzazione alle tematiche antisemite.

L’anno scorso lo spettacolo è stato dedicato a FRANCESCO SCERBO un ragazzo di 14 anni ucciso per mano di un bullo e anche quest’anno verrà dedicato sempre ad un ragazzo vittima di bullismo EMANUELE che ha avuto il coraggio di denunciare i suoi aggressori.

Serata spettacolo solo su invito.

Per info spettacolo

Dott.ssa Panico Marika

Collaboratrice Prof.ssa Giovanna Pini

Cell. 3388041263

Email: stafftap@gmail.com

Annunci