Dalle recenti inchieste sui reati giovanili emergono dati molto preoccupanti che fanno riflettere sull’onda ormai dilagante della violenza.

Nel 2010 i minori denunciati alle procure della Repubblica presso il tribunale dei minorenni sono 34.281 ( 83% maschi e il 17% femmine).

Il tipo di reato commesso riguarda per il 26,2% quello contro la persona, il 53,5% contro il patrimonio e altri di vario genere ( contro l’incolumità e l’economia, contro la famiglia e la moralità, contro lo stato, ecc.).

I responsabili dei suddetti reati sono in percentuale dell’ 83% minorenni tra i 14 e i 17 anni e il 17% ragazzi di età inferiore a 14 anni. Sempre nel 2010 sono stati 1172 quelli che sono stati accolti negli istituti di detenzione di cui 89% maschi e 11% femmine.

Il bullismo nelle scuole si configura sempre con dati allarmanti: il 50% degli studenti di scuola superiore ( 30% maschi e 20% femmine ) dichiara di essere stato vittima di bullismo con varie intimidazioni ( derisione, offesa, calunnia e minacce).

I ragazzi che compiono gli atti prevaricatori sono il 75% maschi e 25% femmine. E’ da rilevare che negli ultimi anni c’è stato un incremento del bullismo di genere infatti le ragazze utilizzano spesso i social network per affermare la loro violenta personalità a danno di coetanee o si riuniscono in baby gang per compiere furti.

Come afferma lo psichiatra Pietropolli Charmet si è verificata una mescolanza di ruoli che purtroppo ha portato anche all’uguaglianza negli eccessi e quindi nella trasgressione, dall’abuso di alcol alla libertà dei rapporti sessuali spesso praticati come una semplice routine.

Anche le ragazze appartenenti a un ceto sociale elevato non sono immuni dalle trasgressioni, si concedono sessualmente per comprare cose che potrebbero avere senza problemi.

Trasgredire significa rompere gli schemi, agire al di fuori delle regole sociali, acquisire sicurezza e potere per sconfiggere l’insicurezza e la fragilità, la noia e l’indifferenza nelle quali, purtroppo, sono immerse.

Laura Alberico

( i dati statistici sono riportati da “La Repubblica”- 11/7/2013)

Annunci