Il disagio degli adolescenti si manifesta in modo diversificato arrivando, purtroppo a volte a conseguenze molto gravi come il suicidio. Una riflessione deve essere fatta da parte della famiglia e da tutti gli organi sociali che si occupano della salute, dell’educazione e della formazione dei ragazzi. In particolare bisogna considerare i messaggi, più o meno manifesti, che i genitori rivolgono ai propri figli: il desiderio di proteggerli a tutti i costi dalle situazioni negative, di evitare loro rinunce o piccole sconfitte personali, eventi che possono contribuire spesso alla maturazione e alla crescita perché l’autonomia si conquista anche sbagliando e imparando dagli errori. Inoltre l’aspetto che contribuisce a creare una mancanza di sicurezza interiore si verifica quando i genitori pretendono dai figli il massimo, investendo su di loro i propri desideri di realizzazione, aspettative che possono creare un forte disagio quando i ragazzi non le sentono proprie e le considerano solo imposizioni. Protezione e aspettative devono essere dosate nel modo giusto considerando che il figlio non è l’immagine o la proiezione della vita dei genitori ma una persona diversa che ha bisogno di costruire la propria vita, anche sbagliando.

Laura Alberico

Annunci