5/6 aprile
Lascari (PA)

Nell’improvvisazione musicoterapica troviamo molti punti in comune con quella propriamente musicale (strumenti, forme, persone…), ma esistono anche altre competenze (transfert – controtransfert, personale analisi sonora, fenomeni fonosimbolici…), ugualmente importanti che ne connotano le premesse epistemologiche e gli obiettivi. Il laboratorio quindi cercherà di fornire agli allievi sia le competenze musicali di base (ritmo, melodia, armonia, dinamiche, timbri…) che quelle adeguate competenze “meta-musicali” (suono e senso, simbolizzazione, aspetti energetici…), fondamentali per ben operare all’interno di una seduta musicoterapica. Accanto agli aspetti musicali, verranno approfonditi i concetti basilari del linguaggio non verbale (empatia, specchio biologico…) e quelli più strettamente correlati alla metodologia Benenzoniana (setting, ISO, GOS…). Un attenzione particolare sarà indirizzata all’uso convenzionale e soprattutto “non convenzionale” della chitarra quale strumento aggregatore nel gruppo e più propriamente “oggetto intermediario” nella relazione. Al fine d’implementare e approfondire gli argomenti esposti, parallelamente alla parte teorica, verrà sviluppata una parte pratica, attraverso una serie di esperienze specifiche (dialogo sonoro, gioco del mimo, scrittura creativa…) che rimandano al modello psicodinamico di Benenzon e al modello multisensoriale di Orff.

L’evento è accreditato per n. 20 figure professionali sanitarie.
L’evento è n. 88209 , si ricevono ECM n. 26.8

Per info e iscrizioni contattare
Dott.ssa Sidoti Marianna
Cell: 3289113277
E.mail: at.arcobaleno@libero.it

Annunci