mediazione

La scuola ha tra i suoi obiettivi didattici e trasversali l’educazione al confronto e alla discussione.

Per questo motivo l’insegnante-mediatore riveste un ruolo molto importante perché è in grado di arricchire culturalmente i contenuti didattici che una volta estrapolati dalla carta possono diventare motivo di riflessione, approfondimento e stimolo al pensiero critico.

La mediazione è uno strumento che arricchisce le relazioni individuali e sociali considerando che lo sviluppo della società civile si basa sui principi di solidarietà e corresponsabilità.

Il magistrato Bouchard ha definito la mediazione l’unica forma reale di educazione alla legalità dei minorenni.

L’intervento di mediazione ha come obiettivo la risoluzione del conflitto facendo leva sulla volontà di affrontare i contrasti in modo non aggressivo, coinvolgente e duraturo.

Nella scuola come nella vita e nelle aziende si verificano spesso situazioni di conflitto che quasi sempre danneggiano le relazioni generando isolamento e incomprensioni.

La figura del mediatore, professionista opportunamente formato, può offrire risposte efficaci ai segnali di disagio relazionale sviluppando le competenze emotive e potenziando le capacità di relazionarsi in modo costruttivo con gli altri.

Annunci