diversità

L’educazione alla diversità pone in essere tutti gli strumenti utili per combattere il bullismo.

Combattere l’individualismo e il narcisismo, che sono aspetti radicati nel comportamento infantile, rappresenta un percorso di crescita e di evoluzione della personalità.

La consapevolezza degli altri, come sostiene l’etnologo Marc Auge’, aiuta a distaccarsi dall’isolamento interiore che affligge il mondo degli adolescenti.

Essi, anche se sono a contatto fisico con gli altri, vivono in un contesto di eccessi ( spazio, tempo ed ego) che stravolge la dimensione valoriale della relazione.

Come sostiene lo psicologo Ammaniti più che del bisogno di cibo ( teoria dell’attaccamento di Bowlby) si ha bisogno della protezione degli altri per sviluppare la sicurezza personale.

In un contesto positivo di socializzazione e di integrazione la diversità diventa una risorsa importante, la trama di un tessuto sociale aperto alla libertà delle opinioni, un percorso di crescita che contrasta l’individualismo crescente.

Conoscere gli altri significa entrare in empatia emotiva con la loro mente.

La nostra ricchezza, scrive Albert Jachard, e’ data dalla nostra diversità. L’altro, come individuo o come gruppo, e’ prezioso nella misura in cui è dissimile.

Oggi più che mai la scuola deve educare gli studenti a considerare il diverso non come un ” pericolo” per la propria sicurezza, ma come risorsa per la crescita.

Annunci