amadeus

Teatro Olimpico

P.zza Gentile da Fabriano 17, Roma

Sabato 23 Maggio 2015 ore 20.15

Spettacolo solo su invito

PRIMA GIORNATA NAZIONALE DI BULLI STOP – GIOVANI UNITI CONTRO IL BULLISMO.

LO SPETTACOLO SARA’ PRESENTATO DA

AMADEUS

PORTAVOCE DI BULLI STOP PER LA PRIMA GIORNATA NAZIONALE GIOVANI UNITI CONTRO IL BULLISMO

PAOLA PEREGO

PRESIDENTE:

Prof.ssa GIOVANNA PINI

Il 23 Maggio 2015, in occasione della Prima Giornata Nazionale Giovani Uniti Contro il Bullismo, i ragazzi di Bulli Stop (Associazione Nazionale Giovani Uniti Contro il Bullismo) con gli studenti dell’Istituto Paritario G. G. Visconti e il Premio Curcio per le Attività Creative, porteranno in scena lo spettacolo “L’Ultimo dei Bulli” che si terrà al Teatro Olimpico in Roma. La recitazione può sconfiggere il bullismo, il palcoscenico può stravolgere quei ruoli che condannano tanti adolescenti a fare e a farsi del male. E’ questa la sfida di 200/250 studenti dell’Istituto Paritario G. G. Visconti di Roma che, con lo spettacolo “L’ultimo dei Bulli”, raccontano la fatica e il successo del loro percorso per contrastare il bullismo.

“L’ultimo dei Bulli” è una originale e significativa rappresentazione teatrale, dedicata alle vittime del bullismo, uno spettacolo dove il bullismo, piaga sociale, frutto d’ignoranza che si nutre dell’incapacità di comunicare, è superato con il Teatro d’AnimAzione Pedagogico®, teoria della Docente Universitaria di Roma Tre Prof.ssa Giovanna Pini. L’intera produzione, dalla stesura del testo alla regia, dall’organizzazione teatrale all’ufficio stampa è stata realizzata dagli studenti che, secondo le proprie capacità, partecipano suddivisi in laboratori: Regia e Drammaturgia (6),Recitazione (31), Danza (45), Magia (11), Coro (20), Solisti (8), Creazione Musiche (5), Costumisti (20), Truccatori (10), Organizzazione Spettacolo (50), Scenografi (28), Ufficio Stampa (7), Fotografi (5), Video Maker (6), Pubbliche Relazioni (7), Grafica Locandine e Programmi di Sala (20).

Trama: “La vita non è altro che una serie di scelte prese o non prese, giuste o sbagliate, occasioni che mai più ricapiteranno o del tutto ininfluenti. Ma cosa sarebbe successo se… La vita adolescenziale è messa in scena seguendo due delle mille strade che ognuno di noi è obbligato a scegliere, cosi attraverso violenza e non violenza, giusto e sbagliato, corretto e scorretto gli studenti ci mostrano il loro punto di vista. Cosa sarebbe successo se…”

Lo spettacolo viene, ogni anno, dedicato alla prima vittima di bullismo italiana, Francesco Scerbo, un quattordicenne ucciso per mano di un bullo. Alla serata, infatti, saranno sempre presenti la mamma di Francesco RENATA SCERBO, di Diego MIRA MANCIOLI e di Andrea TERESA MANES, giovani uccisi da atti di bullismo. Mamme coraggiose che dedicano la loro vita nel fare prevenzione al bullismo.

Alla serata saranno presenti numerosi ospiti del mondo dello spettacolo, della cultura e della politica per sostenere la serata creata da BULLI STOP. Ogni anno, infatti, sono molti i personaggi presenti che hanno sostenuto e sostengono la teoria della Prof.ssa Giovanna Pini con i suoi giovani contro il bullismo: Albertazzi Giorgio, Battista Maurizio, Calenda Antonio, Cantatore Vincenzo, Ciavarro Massimo, Cuccarini Lorella, D’Alatri Alessandro, De Grenet Samantha, Di Fiore Luigi, Di Livio Angelo, Favino Pierfrancesco, Gazzè Max, Guerra Matteo, Jurgens Stefano, Izzo Simona, Maddaloni Michele, Mastelloni Leopoldo, Monsè Maria, Morandi Marco, Mosetti Antonella, Nilsson Daniel, Nuccetelli Alessandro, Pantano Stefano, Perego Paola, Presta Lucio, Rauti Isabella, Alemanno Gianni, Roja Alessandro, Rome Sydne, Rubino Fiorella, Russo Carmen, Sartoretti Andrea, Sbai Souad, Scarchilli Giancarlo, Tirabassi Giorgio, Turchi Enzo Paolo, Villa Emanuela, Vinci Alessio.

Nella serata per la Prima Giornata Nazionale Giovani Uniti Contro il Bullismo verranno assegnati, inoltre, alcuni premi a dei personaggi che si sono distinti nel sociale.

Verrà assegnato il Premio i-Paint.

Premierà i giovani che si sono distinti per l’impegno sociale nella lotta al bullismo.

Il premio verrà assegnato ai ragazzi dell’Associazione “Il Rifugio di Francesco Scerbo” che hanno messo in scena uno spettacolo di grande valore per denunciare la gravità del bullismo.

Ragazzi dell’Associazione “Il Rifugio di Francesco Scerbo”.

Verrà assegnato il Premio Armando Curcio.

Premierà un personaggio della cultura che si è distinto nell’occuparsi di tematiche culturali di grande rilevanza sociale.

Luca Barbareschi.

Verrà assegnato il Premio Unik.

Premierà un personaggio che si è distinto nell’ambito creativo, trovando innovative idee per affrontare tematiche sociali.

Simona Izzo.

Verrà assegnato il Premio Talco.

Premierà un personaggio dello sport che si è distinto nell’ambito del sociale.

Ed altri Premi verranno assegnati a sorpresa dai ragazzi.

Lo spettacolo è stato riconosciuto, dall’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping, come miglior evento sociale giovanile e vanta di numerosi patrocini e riconoscimenti speciali.

Molte le aziende che hanno aiutato e sostenuto i ragazzi per realizzare l’evento al Teatro Olimpico: Link Campus, Armando Curcio Editore, Altamedica, Università Europea di Roma, i-Paint, Ied Roma, Talco, Shinto, Bcc Roma, Clinica Valle Giulia, Acmid Donna, Castroni Ottaviano, Studio 13, Baffetto 2, Ciampini, La Montecarlo, Arcobaleno Tre, Studio Diagnostico Pantheon, Banchetti Sport, Sisal, Oleandri Resort, Unik Creazioni, L.N.D.

Per info spettacolo: info@bullistop.com o chiamare il 392-5998102

Annunci