relax

Tutti aspettano le ferie per ” staccare la spina”, fuggire dalla città e proiettare nel periodo di vacanza i propri desideri, le aspettative per aprire una finestra sulle novità e le occasioni di una vita diversa dal monotono tran-tran di tutti i giorni. È sbagliato cambiare radicalmente i propri ritmi di vita, così facendo l’estate diventa stressante e poco salutare dal punto di vista psico-fisico. Il vero relax si può ottenere mediante il riposo fisico, il recupero della percezione dei sensi e del tempo ( leggere, godere della vista di nuovi panorami e avere cura della proprio corpo). La frenesia di fare tutto in fretta e le corse contro il tempo ci rendono poco consapevoli delle necessità più profonde della sfera psichica che spesso ignoriamo perché i ritmi lavorativi ce lo impongono. La dimensione spazio-temporale non è un concetto astratto ed estraneo alla vita, con esso dobbiamo convivere utilizzando al meglio le nostre risorse che nel periodo di vacanza hanno bisogno di essere ricaricate. Letteralmente ” vacanza” significa ” mancanza di”; in questo vuoto possiamo indirizzare meglio propositi e progetti, entrando in sintonia con lo spazio che abbiamo scelto e nel quale la libertà rappresenta anche il tempo da dedicare alla fantasia, ai pensieri positivi che hanno la capacità di riequilibrare il nostro vissuto esistenziale magari con una luce diversa e più appagante. ” Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” ( M. Proust).

Annunci