didattica

Il confronto con la diversità rappresenta uno degli aspetti più significativi del periodo storico che stiamo attraversando, siamo di fronte a scenari di rilevante importanza sul piano politico e sociale che pongono all’attenzione di tutti le problematiche dell’accoglienza.

In ambito scolastico si fa più pressante la necessità di una didattica inclusiva che ponga al centro del processo educativo l’alunno e il personale stile di apprendimento, le sue radici familiari e culturali, le difficoltà di tipo didattico e relazionale.

In termini pedagogici l’inclusione rappresenta l’inserimento di un elemento che possa entrare in sintonia con gli altri elementi in relazione all’età, ai livelli di apprendimento e alle capacità relazionali.

Nel contesto del gruppo classe quindi gli obiettivi formativi saranno basati sull’accettazione della diversità, sulla valorizzazione di ciascuno e del lavoro collaborativo, sulla capacità di far apprendere ad ogni alunno attraverso modalità differenti.

La diversità può rappresentare un punto di forza perché promuove il cambiamento inteso come processo di comunicazione e interazione per il raggiungimento del successo formativo che valorizza risorse personali e collettive.

L’obiettivo chiave delle politiche europee considera l’inclusione il riconoscimento dei diritti umani, una strada privilegiata per combattere ogni forma di discriminazione, lo strumento per potenziare la qualità del sistema educativo.

Annunci