dispersione

Il fenomeno della dispersione scolastica è un problema complesso e multifattoriale e si riferisce a tutti quegli aspetti che modificano il normale svolgimento del percorso scolastico di uno studente ( evasione dell’obbligo, frequenze irregolari, bocciature, ripetente, abbandoni ).

Le cause dell’abbandono dipendono da una serie di variabili: condizioni socio-culturali della famiglia, irregolarità della frequenza scolastica causata da una mancata individuazione di disturbi specifici di apprendimento, dinamiche soggettive dello studente ( emarginazione, demotivazione, bassa autostima), difficoltà relazionali all’interno del gruppo ( fenomeno del bullismo).

Molto spesso lo studente si sente inadeguato a causa dei ripetuti insuccessi sul piano del rendimento scolastico. Questa situazione genera scarsa autostima e rabbia o insofferenza nei confronti della scuola.

Obiettivo dell’istituzione scolastica è prevenire il disagio e rimuovere gli ostacoli che limitano l’uguaglianza dei cittadini e che impediscono il pieno sviluppo della persona ( art. 3 della Costituzione).

La dispersione scolastica rappresenta la condizione di difficoltà di tutti i componenti del sistema di cui il ragazzo fa parte (famiglia, scuola, società).

Per questo motivo sarà necessario investire le risorse nelle politiche educative che hanno l’obiettivo di migliorare la qualità dell’insegnamento e dell’orientamento fornendo il supporto adeguato alle famiglie in difficoltà e attivando progetti integrati di istruzione e formazione professionale legati al territorio.

Annunci