Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Una ricorrenza quella del 20 novembre che soprattutto in questo periodo deve essere valutata nella sua giusta e particolare importanza. La fascia di età più critica, i giovanissimi che saranno gli uomini del domani, rappresentano un futuro prossimo sul quale investire le risorse di un paese progredito che crede nella cultura e nella tutela e difesa dei diritti inalienabili della vita. Insegnare ai giovani il valore della vita significa mettere le basi per un mondo migliore in cui la paura diventi soltanto una sensazione passeggera e non una presenza costante della vita quotidiana che nega la libertà e impedisce una crescita equilibrata e serena. La strage di Parigi ha il rischio di mietere altre vittime se l’accaduto passa come segnale di paura generalizzata, antitesi delle idee di fraternità, legalità ed uguaglianza che oggi sembrano parole vuote e insignificanti alla luce degli ultimi avvenimenti. Per il Natale che e’ alle porte oggi più che mai c’e’ l’urgenza di trasmettere ai giovani i valori della solidarietà, il sentimento che unisce nel rispetto dei diritti, i fondamenti della costituzione che rappresentano la trama di una cultura universale aderente alla realtà, un regalo necessario da conservare con cura, al riparo dall’indifferenza e dall’abbandono.

Annunci