natale

Un nuovo Natale e’ alle porte. Le fragilità personali si mescolano alla paura generale di guerra e terrorismo che minacciano come nuvole cariche di elettricità un mondo diviso da ideologie e radicalismi. Niente appare ormai così lontano perché i fantasmi che incutono terrore sono diventati concrete presenze nella quotidianità che alimenta naturalmente relazioni sociali, abitudini alle quali consegnamo il presente con il desiderio di poter soddisfare bisogni, aspettative e nuovi orizzonti. Il Natale ci regala sempre un po’ di ottimismo una nuova luce, occhi diversi per guardare al futuro con le emozioni di sempre, i sentimenti che ci rendono uniti nel segno della solidarietà e dell’amore, della condivisione e della vicinanza. Le favole ormai dimenticate ci ricordano ancora che esiste il coraggio e l’amore, la forza del bene che chiede ancora di bussare alla porta del cuore e di trasformare idee e pregiudizi in comprensione ed accoglienza. La diversità come risorsa rappresenta il comune denominatore che spezza i confini dell’egoismo e dell’indifferenza, del rancore e della solitudine. Perché il Natale è ancora il periodo migliore per fermarsi e riflettere, pensare e credere che la vita può rinascere dopo la morte ancora più forte come un richiamo dall’eco infinita.

Preghiera

Natale quando arrivi

lascia ad ognuno il tempo per sognare,

la forza per guarire,

l’amore per ricominciare.

lascia le porte aperte

e rimani ad aspettare

che il sole sorga ancora

senza mai tramontare.

Regalaci quella stagione

che nel cuore ha una canzone,

fai che la fantasia

diventi una poesia.

Non aspettare gli anni

per cancellare gli inganni,

chiudi la porta all’indifferenza

di chi non può vivere senza,

cancella ogni rancore

per liberare il cuore.

Scrivi la nostra storia

e conservaci la memoria,

non ignorare chi si arrende

e solo si sorprende.

Laura Alberico

Con gli auguri di uno splendido Natale

Annunci